Archivio per : Agosto, 2016

post image

Regali di natale per i dipendenti ?

Quando arriva il periodo natalizio, i proprietari d’azienda arrivano tutti alla stessa drammatica questione: cosa regalare ai propri dipendenti?
Non ci sono regali giusti o regali sbagliati, solo oggetti che a volte scadono nell’inappropriato proprio per il legame professionale che unisce un capo ai suoi dipendenti aziendali.

 

NOVITÀ O TRADIZIONE?
Spesso per non scadere nella monotonia di un regalo scontato e già riproposto, si tenta di fare uno strappo alla regola optando però per qualcosa di assolutamente sconsigliato.
Se da una parte c’è la voglia di farsi amare con sorprese inaspettate, ricordate sempre che di fronte avete dipendenti che vedono il regalo aziendale come un mezzo per ottenere qualche benefit in più.
Mai dare per scontato che possa bastare una semplice cena aziendale, perché anche se solitamente il regalo natalizio consisteva in un umile prosecco, a volte quel simbolo poteva poi essere orgogliosamente offerto ai famigliari ed amici.
L’ultimo trend per i regali natalizi delle ditte più alla moda, è quello di regalare buoni per palestre e centri benessere. Certamente è molto apprezzato da chi ama lo sport o da chi ha il tempo per farsi coccolare, ma magari padri e madri di famiglia rischierebbero di non utilizzare il regalo per mancanza o di voglia o di tempo ed il risultato sarebbe un dipendente scontento.

 

NON DIMENTICARE MAI DI PUNTARE SULLA QUALITÀ
confezioni regalo aziendali nataleE allora se proprio non abbiamo idee innovative che però possano anche accontentare tutti, rimaniamo sulla strada della tradizione: cesti, alimenti o bottiglie.
Un cesto ben assortito è sempre un regalo azzeccato ed apprezzato. Evitiamo di inserire tanti prodotti per far volume e numero ma di qualità bassa o scadente. Sarà importante scegliere prodotti ottimi puntando magari sul chilometro zero: formaggi o salumi della nostra zona, bottiglie di cantine locali o composte biologiche in arrivo da aziende agricole del territorio.

Un bel cesto natalizio, rifornito a dovere con squisitezze e golosità, sarà sempre accettato molto volentieri ed il regalo di Natale sarà anche un piccolo modo per partecipare anche se non presenti, alla vita quotidiana del dipendente.

 

GRATIFICHE, PUR SEMPRE UN BELLISSIMO REGALO
Probabilmente non è un dono di altissimo livello, perché si dice che regalare soldi sia una maniera veloce e pratica per non pensare troppo alla scelta del pensiero da fare. C’è addirittura chi sostiene che il soldo sia volgare e da evitare assolutamente. Eppure, ad oggi, con un’economia traballante e molte famiglie in crisi con scarse risorse e tirate fino alla fine del mese, anche un piccolo aumento per il mese di Dicembre, potrebbe rappresentare una boccata di ossigeno.
Dunque, manteniamo magari l’idea di un pensiero natalizio, ma possiamo limitarci ad un piccolo panettone per poi stupire i dipendenti con una piccola gratifica in busta paga: sceglieranno loro come spendere il vostro regalo e forse sarà un dono che potrà cambiare il Natale di qualche famiglia.

post image

Pavimenti da esterno: il design non solo in casa

Se si è in possesso di uno spazio all’aperto della propria abitazione e si vuole ricoprirlo con un pavimento da esterno, per propria comodità e per valorizzare l’ambiente, si è nell’imbarazzo della scelta, creata dai tanti tipi di pavimenti da esterno esistenti in commercio. (altro…)

post image

Candele di design: crea giochi di luce con quelle galleggianti

Tra le candele di design quelle galleggianti sono tra le più gettonate su internet anche perché sono generalmente piccole, economiche e non ingombranti ma al tempo stesso sono in grado di creare dei giochi di luce molto suggestivi e di decorare l’ambiente in modo personalizzato.

Queste candele di design sono inoltre molto facili da usare: basta lasciarle fluttuare in una ciotola trasparente colma d’acqua per dare vita ad effetti suggestivi che colpiranno i vostri ospiti. Una volta adagiata la candela sulla superficie d’acqua basta stare attenti a non bagnare troppo lo stoppino. All’occorrenza si possono accendere dando vita ad un centrotavola di design ipnotizzante. Le candele galleggianti possono avere forme e colori diverse e si distinguono anche per un’ampia scelta di profumazioni. La scelta va dalla vaniglia alla lavanda passando per il gelsomino: sono tutte essenze delicate che non danno fastidio durante la cena.

Con questa tecnica è possibile realizzare decorazioni di design low cost ma di grande effetto. Per dare un tocco personale al centrotavola di design realizzato con le candele galleggianti colorate è anche possibile aggiungere dei petali o dei fiori nello specchio d’acqua oppure decorare con fiocchi la superficie intorno ai vasi. L’effetto finale è estremamente elegante e raffinato. E’ anche possibile fare con questa candele delle originali decorazioni da esterno: scegliete in questo caso dei contenitori più capienti che siano più visibili, come ad esempio vasi in vetro e candele di diverse misure, anche più grandi. Le profumazioni consigliate per l’esterno sono quelle agli agrumi e, in particolare, alla citronella anti zanzare. Chi ha detto che le candele di design debbano essere per forza costose? Queste piccole candele galleggianti sono in grado di decorare l’ambiente in modo ricercato e suggestivo: perfette anche come addobbi per matrimoni e cerimonie. Bastano pochi euro e un po’ di fantasia per un risultato d’effetto.

post image

Industria del freddo:il cibo resta intatto nelle celle frigorifere

Le tipologie di celle frigorifere per la corretta conservazione dei cibi

Le celle frigorifere sono locali adibiti alla conservazione dei prodotti alimentari, all’interno dei quali si mantiene una temperatura inferiore a quella dell’ambiente.

A seconda del tipo di merce conservata la temperatura varia e non deve essere necessariamente sotto lo zero. Ad esempio per le banane il termostato viene impostato a 18°C, i locali per la produzione di alimenti per essere surgelati hanno una temperatura di 5°C, mentre pesce, verdure e gelati vengono conservati a -28°C.

Ci sono differenti tipi di celle frigorifere, che consentono di affrontare in maniera adeguata le diverse esigenze.

Ad ogni esigenza corrisponde una cella

Le varie tipologie di celle frigorifere

Le celle frigorifere per la conservazione hanno una temperatura costante superiore a zero gradi e servono a mantenere gli alimenti pre-refrigerati. I locali destinati ai prodotti congelati sono, invece, impostati sotto gli zero gradi.

Ci sono le celle di pre-refrigerazione utili a raffreddare in modo veloce la merce contenuta, che va trasferita poi nelle precedenti tipologie di celle.

Le celle frigorifere sono trasportabili, ovvero installate sui veicoli adibiti. Tra i prodotti ci sono locali ad atmosfera controllata, che abbinano le basse temperature al monitoraggio delle atmosfera stessa.

Un insieme di celle oppure un locale refrigerato di grandi dimensioni che occupano un fabbricato sono definiti magazzini frigoriferi.

La pulizia delle celle frigorifere

L’igiene è alla base del corretto uso dei locali refrigerati

Le norme di igiene prevedono una pulizia periodica delle celle frigorifere, un tempo variabile a seconda dell’utilizzo e della merce conservata. Solitamente l’ideale è una volta alla settimana.

celle-frigorifereDevono essere igienizzati e lavati sia i contenitori singoli sia le celle, ma ci sono tempistiche differenti.

Acqua calda e detersivi sono alla base. Nel caso vi siano odori particolari è meglio utilizzare soluzioni con sali di ammonio da spruzzare uniformemente nel locale. Dopo il lavaggio ci vuole un’asciugatura perfetta. Un particolare molto importante. Il lavaggio deve essere effettuato prima dell’utilizzo.

I bancali ed i contenitori della merce vanno ripuliti ogni quattro mesi ed ovviamente all’inizio del periodo di immagazzinamento. Si usa una soluzione con carbonato di sodio, quindi si sciacquano con acqua calda ed asciugati sotto il sole.

Formaldeide oppure zolfo servono a disinfettare le celle vuote. Il processo dura due giorni, anche perché è importante arieggiare il locale dopo la disinfezione.

La pulizia durante la conservazione dei prodotti deve essere fatta ogni sette giorni per le merci che sono più facilmente deteriorabili come pesce, carne e latte. Si può fare ogni quindici o venti giorni se gli alimenti sono surgelati.

La manutenzione delle celle frigorifere

Il monitoraggio ed gli interventi sono utili al corretto funzionamento dei locali

Ogni cella ha un libretto delle istruzioni che descrive le operazioni necessarie al funzionamento ed alla risoluzione di eventuali problemi che possono insorgere durante l’utilizzo. Chi adopera tali impianti deve essere adeguatamente formato anche sui pericoli.

Il maggior rischio per le celle frigorifere è dovuto alle contaminazioni del circuito.

Le principali cause sono: le particelle di materiale rimaste dopo il montaggio, come le gocce della saldatura; i rifiuti della lavorazione dei metalli che compongono gli apparecchi; l’aria ed i gas che possono aumentare la temperatura con le immaginabili conseguenze per il contenuto e l’umidità.

Si hanno danni all’apparato ed al contenuto che chiaramente implicano problemi alle derrate alimentare ed eventualmente ai consumatori. Bisogna fare un controllo approfondito.

 

post image

Problemi di erezione

Cause dei problemi di erezione
Il sesso è sicuramente uno dei momenti migliori e a cui è legato il benessere di un uomo. Per poterlo fare è necessario avere una corretta erezione, cosa che non in tutti gli uomini avviene facilmente. I problemi di erezione sono molto frequenti tra gli uomini e varie sono le cause. Principalmente si parla di problemi psicologici o di tipo organico, ovvero legate ad uno scorretto funzionamento del meccanismo di erezione. L’aspetto psicologico non è affatto da sottovalutare: basti pensare che la stessa erezione è conseguenza dell’eccitazione mentale di un uomo. Motivo per cui ci si può accorgere che in periodi di stress intenso e preoccupazioni, l’erezione non avviene con facilità. Problemi di circolazione, di pressione o anche ai testicoli possono, invece, essere alla base di una mancanza di erezione legata a problemi funzionali dell’organo sessuale e del sistema cardiovascolare.

 

Cosa può provocare problemi di erezione?
Problemi sessualiI problemi di erezione sono ormai divenuti assai frequenti in soggetti di ogni età: se prima era una caratteristica solo delle persone di una certa età, oggi sono in molti a soffrirne anche in età giovane. Molto spesso i problemi di erezione sono legati a cattive abitudini anche nel proprio stile di vita. Basti pensare a chi fa uso continuo di alcol ed alcune droghe, soprattutto cannabinoidi: le molecole presenti in queste sostanze d’abuso sono nocive e possono avere effetti molto gravi sull’erezione dell’uomo. Senza dimenticare che anche l’abuso di farmaci che agiscono sul sistema nervoso può far male e ridurre le possibilità di erezione. Grande attenzione va fatta al consumo ed abuso di psicofarmaci, ansiolitici ed alcuni anti-depressivi.

 

Soluzioni varie per problemi di erezione
Esistono oggi diverse soluzioni per i problemi di erezione e per far sì che gli uomini possano vivere con estremo piacere la propria vita sessuale. E’ bene specificare che prima di parlare di disfunzione erettile, bisogna fare un completo check-up all’organo sessuale. Infatti, molto spesso i problemi di erezione possono essere legati a periodi di stress e quindi transitori. Nel momento in cui ci si accorge di avere problemi di erezione, perciò, è bene affidarsi a medici competenti che possano verificare eventuali problemi dell’organo sessuale o del sistema circolatorio. Senza dimenticare che spesso anche lo psicoterapeuta può essere utile per problemi di erezione in quanto garantisce la possibilità di confrontarsi con una persona seria e competente. Nell’immediato, per poter vivere la propria sessualità in modo spensierato e comunque piacevole, è bene cercare di allontanarsi da fonti di stress e mantenere la tranquillità anche in momenti particolari: l’erezione così tornerà ad essere completamente normale e secondo i processi fisiologici dell’uomo.

post image

Pavimento in resina: vantaggi e svantaggi per chi la utilizza

(altro…)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi