Esistono molti luoghi comuni sulla Cannabis, ma poco invece si conosce sui prodotti targetizzati CBD, su cosa sono, dove trovarli e sui loro effetti benefici. Prima di tutto bisogna specificare che il cannabidiolo (altro nome del CBD) è una sostanza, la seconda per l’esattezza, che si trova all’interno della Cannabis e si distingue dal tetraidrocannabinolo, o più comunemente chiamato THC. Entrambi sono degli elementi che si trovano all’interno della Cannabis, ma tra i due ci sono delle differenze sostanziali. Il THC, infatti, è la componente che provoca alterazione della mente, euforia, un eccessivo rilassamento, stimola a dismisura l’appetito, ma soprattutto viene catalogata tra le cosiddette droghe leggere, essendo psicotropo e psicoattivo, ed è illegale nella maggior parte dei Paesi del Mondo. Il CBD, invece, è un cannabinoide che viene ormai riconosciuto tra gli elementi della “Cannabis Terapeutica”e sta attirando sempre più attenzione verso di sé, soprattutto da parte della comunità scientifica. Sembra essere in grado di alleviare o curare numerosi dolori traumatici ed è utilizzato negli studi per il trattamento di numerose problematiche di salute. In sostanza il CBD, non essendo psicoattivo, agisce nella mente e nel corpo come un “toccasana” e stimola la guarigione, consentendo alla nostra mente di combattere o alleviare ansia, psicosi, vuoti di memoria, o addirittura disturbi più gravi come epilessia e schizofrenia.

Assumere i prodotti targetizzati CBD: ecco i vari modi

Il cannabidiolo è ritenuto legale nella maggior parte dei Paesi del Mondo e viene sempre più riconosciuto, apprezzato ed acquistato. I prodotti targetizzati CBD si trovano ormai facilmente in commercio e il modo migliore per assumerli si può sintetizzare in queste quattro semplici forme.

  • Olio di CBD

Si può assumere in diversi modi. C’è la via sublinguale, la possibilità di assumerlo con alimenti e bevande che si consumano abitualmente, o ingerito sotto forma di capsule. Il metodo sublinguale resta quello più efficace e che dà gli effetti desiderati in tempi più brevi.

  • Cosmetici o prodotti topici

Sono particolarmente indicati per chi ha dolori cronici come l’artrite. Possono essere balsami o lozioni che vengono applicati direttamente sulla pelle nella zona interessata per alleviarne il dolore e ridurre le infiammazioni. Il CBD viene usato anche in cosmetica sotto forma di creme, balsami e pomate.

  • E-liquid

Quello preferito per i fumatori. Si tratta di un liquido assunto all’interno di una sigaretta elettronica. Il CBD in questo caso dà effetti quasi immediati perché produce una riduzione drastica dei dolori e maggiore rilassatezza.

  • Cristalli di CBD

Sono estrazioni isolate e purificate di cannabidiolo, vengono riconosciute sotto forma di granelli bianchi e senza odore. Sono molto simili a prima vista allo zucchero di canna e alla barbabietola. I cristalli sembrano rappresentare la modalità di assunzione di CBD più efficace e dagli effetti migliori. Se ne possono assumere anche quantità elevate perché non si tratta di un materiale tossico, ma si consiglia di andare per gradi e cominciare con il piccolo dosaggio, per poi passare al medio e successivamente a quello più alto. Il rischio di un dosaggio eccessivo potrà essere un rilassamento con effetti più forti del previsto. Gli esperti consigliano di cominciare con una dose di 5-25 mg al giorno.

Prodotti targetizzati CBD: i benefici

Si susseguono a dismisura gli studi che riconoscono ai prodotti targetizzati CBD funzioni quasi miracolose e la sua efficacia nel trattamento di diversi problemi di salute. Un vero e proprio farmaco che combatte, allevia ed è un alleato sempre più fidato nella lotta a diversi disturbi e patologie. La maggior parte delle sue proprietà benefiche sono state riscontrate nel curare disturbi che flagellano l’animo umano come ansia, nausea, dolore cronico, infiammazioni, insonnia, convulsioni e spasmi muscolari. Le sue proprietà possono aiutare a restituire una normalità nella vita di tutti i giorni di diversi pazienti affetti da questi disturbi o, nei casi più gravi, nel dare attimi di relax e respiro in una vita complicata per via di problemi cronici. Al di là dei pregiudizi e dei luoghi comuni il CBD continua a far breccia nella comunità scientifica, non ha effetti collaterali particolari ed è legale in Italia, ma anche in quasi tutto il resto d’Europa. Non si deve pensare però che questo cannabinoide può essere considerato un’alternativa alla medicina tradizionale e si consiglia sempre di consultare il proprio medico di base prima di utilizzarlo. A volte può provocare sonnolenza eccessiva e quindi meglio non mettersi alla guida dopo l’assunzione di un prodotto CBD.

 

Fonte: https://thewolfofcbd.it/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi